7 Dicembre , 2023

Categories: Curiosità - Formaggio - Valori

grana padano dop

Ci sono prodotti talmente famosi che potrebbe sembrare perfino superfluo parlarne: uno di questi è senz’altro il Grana Padano DOP. Impossibile trovare qualcuno che non ne riconosca il marchio o che non l’abbia mai assaggiato.

Grazie all’ampia notorietà e alla sua larga diffusione, il Grana Padano DOP può indossare a pieno titolo i panni di ambasciatore del Made in Italy. Prima ancora, il suo consumo è così radicato nelle abitudini alimentari italiane, e anche europee, che è impossibile immaginare di poterne fare a meno.

Questo successo è certificato dal fatto che il Grana Padano si attesta da anni come il formaggio DOP più venduto nel mondo.

 

Grana Padano DOP: una lunga storia dai grandi numeri

Il Grana Padano DOP è un prodotto che può vantare una lunghissima tradizione. Le origini della sua produzione vengono fatte risalire addirittura all’anno Mille. A “inventarlo” sarebbero stati dei monaci cistercensi, che avevano l’esigenza di non sprecare il latte prodotto in eccesso. Pensarono così di utilizzarlo per ottenere formaggi a pasta dura, che si conservavano più a lungo. Ben presto, questi prodotti oltrepassarono le mura delle abbazie, iniziando a farsi conoscere nella penisola.

Oggi il Grana Padano DOP è il formaggio DOP più consumato in assoluto nel mondo. Secondo gli ultimi dati comunicati dal Consorzio Tutela Grana Padano, nel 2022 sono state prodotte oltre 5,2 milioni di forme. Di queste, quasi 2,4 milioni sono state esportate, contribuendo ad accrescere la popolarità di questo formaggio a livello internazionale. Nella produzione del Grana Padano DOP sono coinvolti 141 caseifici e circa 50.000 addetti.

Il nome Grana Padano DOP non indica quindi un semplice formaggio, ma racchiude storia, cultura, lavoro e maestria. La sua versatilità in cucina e il suo apprezzamento da parte dei consumatori rendono questo formaggio l’ospite immancabile di ogni pasto, nonché il simbolo della ricchezza culinaria italiana che ha conquistato il palato di generazioni.

 

Le caratteristiche uniche del Grana Padano DOP

grana padano dop ttgg

Il Grana Padano DOP è un ottimo formaggio da tavola e da grattugia, ma anche un ingrediente fondamentale nella preparazione di diversi tipi di piatti. L’ottimo rapporto tra valore energetico, qualità e quantità di nutrienti (specialmente il calcio) lo rendono un alimento completo e amico del nostro benessere. Come molti già sapranno, è anche un formaggio naturalmente privo di lattosio, quindi adatto anche a chi non tollera i latticini.

Le principali caratteristiche del formaggio sono determinate dai tempi di stagionatura, che vanno da un minimo di 9 mesi a oltre 20 mesi. Durante questo periodo avvengono una serie di importanti cambiamenti fisico-chimici che influiscono sul sapore e sull’aroma.

Il Grana Padano DOP stagionato da 9 mesi a oltre 14 mesi ha un gusto delicato. È ideale per un consumo frequente e per la cucina di tutti i giorni. La pasta morbida è di colore paglierino chiaro e non presenta ancora la tipica struttura a “grana”.

Le versioni stagionate oltre 16 mesi e oltre 18 mesi hanno un gusto più saporito, non piccante, e un aroma che evoca il fieno e la frutta secca. La pasta è granulosa e ha un colore paglierino intenso. Questo tipo di stagionatura rende il formaggio particolarmente adatto a essere grattugiato.

Il Grana Padano DOP maturato oltre 20 mesi e oltre 24 mesi può fregiarsi della marchiatura Riserva. Questa variante ha caratteristiche di eccellenza: il suo gusto è ricco, con note decise di burro, fieno e frutta secca. La pasta di colore paglierino intenso e omogeneo presenta una “grana” evidente. È ideale da degustare in purezza oppure grattugiato.

 

L’impegno del Consorzio verso una produzione sempre più sostenibile

I caseifici che lo producono e il Consorzio che tutela e valorizza questa eccellenza sono alleati nel tramandare nel tempo la bontà del Grana Padano DOP. Una missione che si affianca a un altro impegno: produrre in modo sempre più sostenibile.

A livello ambientale, il Consorzio contribuisce a diffondere nelle aziende il sistema di controllo messo a punto con il progetto LIFE TTGG. Il progetto LIFE TTGG (The Tough Get Going, “I duri cominciano a giocare”) coinvolge università, caseifici ed enti di ricerca con l’obiettivo di migliorare l’efficienza dei processi produttivi dei formaggi, ridurne gli impatti e ottenere una produzione e un consumo più sostenibili.

Grazie a questo progetto, il Consorzio ha ottenuto il riconoscimento internazionale WIPO per la sostenibilità ambientale. L’iniziativa, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale, ha lo scopo di valorizzare le imprese che hanno sviluppato e implementato soluzioni sostenibili per la gestione ambientale.

Inoltre, la filiera del Grana Padano DOP applica le procedure dello schema volontario Made Green in Italy, finalizzato alla valutazione e alla comunicazione dell’impronta ambientale dei prodotti.

L’impegno degli attori della filiera è orientato anche ad aumentare il livello di tutela del benessere animale, andando nella gran parte dei casi oltre il rispetto dei requisiti minimi previsti dalle norme.

Condividi con i tuoi amici!