23 Febbraio , 2024

Categories: Curiosità - Formaggio

torta pasqualina

Quando inizia a sentirsi nell’aria il profumo della primavera, arriva anche il momento di assaporare la torta pasqualina.

La torta pasqualina è la classica torta salata della tradizione ligure, che si prepara generalmente nel periodo pasquale o comunque primaverile. Di cosa si tratta di preciso? Di fragrante pasta sfoglia che racchiude un ripieno di ricotta, Parmigiano Reggiano DOP, bietole, maggiorana e uova, per una pietanza da gustare a casa in ogni momento della giornata, ma perfetta anche per essere portata con sé per un picnic o una gita fuori porta.

In più, la torta pasqualina mette allegria. Sia perché si mangia durante le feste, sia perché combina diversi sapori, colori e consistenze: una vera gioia per gli occhi e per il palato! La sua principale particolarità è la presenza tra gli ingredienti delle uova, inserite crude nel ripieno. Cuocendo la torta, le uova diventano sode, risaltando poi all’interno di ogni fetta.

 

Torta pasqualina: un mix di sapori con un cuore di ricotta

Anche se il primo documento che riporta la ricetta della torta pasqualina è del Cinquecento, le sue origini vengono fatte risalire addirittura al Medioevo, quando questa torta si preparava nel corso della Quaresima come piatto senza carne. All’inizio, per il ripieno, si usavano erbe selvatiche, uova e formaggio. In seguito la ricetta si è evoluta, fino ad arrivare alla versione attuale.

Gli ingredienti per realizzare la torta pasqualina rimangono comunque pochi, ben integrati fra loro e perfettamente bilanciati.

Il cuore della torta è la ricotta, che rende il ripieno cremoso e “lega” assieme gli altri ingredienti. Classico simbolo di nascita e di vita, l’uovo nel ripieno rappresenta la Pasqua. Alle bietole spesso si preferiscono gli spinaci, da spadellare con aglio e olio oppure da cuocere al vapore. Nel ripieno si aggiunge anche il Parmigiano Reggiano DOP grattugiato, che regala quella punta di sapidità alla pietanza. Infine, la maggiorana è un’erba aromatica che dà al tutto un tocco di sapore in più.

 

Continua per la Ricetta

Condividi con i tuoi amici!